ASCOLTAMI ORA: maricla pannocchia


recensione di Ilaria Romano


“I due giorni più importanti della vita sono: quello in cui sei nato e quello in cui capisci perché.” (Mark Twain)

Così si apre questa raccolta di storie, questo libro, di cui non è facile parlare, è un libro che ti fa capire alcuni di noi quanto siano fortunati. Il dolore che viene descritto in queste pagine è tanto, ma è importante che venga divulgato, però è tanta anche la speranza che ne traspare.

Maricla Pannocchia, oltre ad essere l’autrice di questo libro così importante è anche la fondatrice dell’Associazione di volontariato Adolescenti e Cancro il cui scopo è quello di raggruppare ragazzi e ragazze tra i 13 e i 24 anni, attraverso gite, giornate di svago e altre iniziative gratuite per diminuire o annullare il senso di isolamento e favorire la nascita di amicizie, il confronto, la condivisione, il supporto, il divertimento e il vivere nuove esperienze.

Nonostante il tema, è un libro che si divora, si legge in poche ore. Sono tante piccole storie di piccoli pazienti, qualcuno ce l’ha fatta, e sono le storie che ci danno sicuramente più sollievo e speranza nel futuro, ma anche le storie dei piccoli angeli, raccontate da madri, padri o fratelli, nascondono sempre e comunque un messaggio importante, ci fanno capire quanta forza ci sia in questi piccoli bambini indifesi che lottano fino alla fine. Ma il messaggio più importante che Maricla vuole darci con questo libro è quello della ricerca, ancora troppo indietro soprattutto per i più piccoli e gli adolescenti a cui questo male devastante non fa sconti.

Maricla parte da un’idea, che poi diventa sito, e che si trasforma poi nella sua associazione con lo scopo di radunare questi ragazzi e cercare di dargli qualche ora di svago, di far vivere loro quella spensieratezza che molti di loro non hanno più e altri non riavranno mai.

Ci spiega, in queste poche pagine, che la ricerca sul cancro infantile riceve pochi fondi perché i tumori pediatrici sono considerati “rari” e di conseguenza alle case farmaceutiche conviene investire su tumori che colpiscono un numero maggiore di persone, ossia gli adulti.

Questo fa si che molti bambini ricevano cure non adatte alla loro età, al loro peso o spesso siano cure vecchie di decenni con indicibili effetti collaterali.

Nel 2019 Maricla lancia un altro progetto importante che si chiama (IN)VISIBILI, una mostra fotografica on line dove possiamo vedere immagini e voci dei giovani guerrieri. Da qui poi l’idea del libro.

Ma non si ferma qui. Scrive, nella bella introduzione del suo libro, che ogni anno in Europa 6.000 bambini e adolescenti muoiono a causa di un cancro, un bambino su cinque non ha una terapia disponibile e 2/3 dei guariti sono soggetti a effetti collaterali a lungo termine, causati dal trattamento subito. Per questo motivo l’autrice ha deciso di devolvere una parte degli introiti di questo libro alla sua associazione Adolescenti e Cancro ed un’altra parte invece alla fondazione Cure2Children Onlus per far sì che anche i bambini e i ragazzi di un paese emergente come il Kosovo abbiano diritto alla diagnosi e a provare a salvarsi.

Venticinque storie, venticinque ragazzi, venticinque vite, alcune spezzate altre in rinascita.

“Per ogni storia letta, c’è una goccia di speranza in più” scrive Maricla.

Lo scopo della mostra fotografica e di questo libro è sensibilizzare le persone sulla realtà del cancro infantile e dell’adolescente e al tempo stesso dare voce ai bambini, ai ragazzi e ai loro cari.

“Se si sogna da soli è solo un sogno, se si sogna insieme è la realtà che comincia.” (Anonimo)

Maricla Pannocchia: Toscana, scrittrice, copy writer, ghost writer, agente letterario e fondatrice e Presidente dell’Associazione di volontariato Adolescenti e Cancro.

Si definisce una persona creativa, "diversa"; da sempre ama scrivere. Nel 2014 ha auto-pubblicato il suo primo romanzo, "La mia amica ebrea" (con lo pseudonimo di Rebecca Domino), nel 2017 è uscito il romanzo "Le cose che ancora non sai" (Astro Edizioni) che racconta la storia d'amicizia fra due adolescenti, di cui una malata di leucemia, e nel 2021 è stato pubblicato il terzo libro "Ascoltami ora - storie di bambini e ragazzi oncologici" (Di Leandro & Partners società editrice), vincitore del primo premio al concorso letterario Books for Peace 2020 sezione "Società e relazioni umane alla prova della malattia - saggistica".