CRISTINA CAMPLONE

CONTEST POETICO "PENNINO D'ORO 2021"


Cristina Camplone, da sempre appassionata di poesie, inizia a scrivere non molti anni fa, intorno al 2014. Dapprima le sue creazioni restano in un cassetto, poi decide di proporle ad amici e parenti, anche auto-pubblicando due raccolte dal titolo “Oltre un pensiero” e “Le nuvole corrono”. Nel frattempo partecipa a diversi concorsi, dove viene premiata nei primi tre posti e con attestati di merito o segnalazioni.


Da sempre attratta e sensibile a tutto ciò che la circonda, continuerà a scrivere sperando di infondere nei lettori le sue immagini e sensazioni.

Illusioni


E' tutto un imbroglio.

La neve

che cade e si scioglie

un sorriso

che può tradire un ingenuo

un arcobaleno

di colori scomparsi nel cielo.

C'è un imbroglio

tra quattro mura

intrise di odio

di quegli occhi

che vedono ancora il buio

di un sole

che si nasconde di sera.

E' tutto come un tuono

spaventoso

ma inevitabile

per un uomo di passaggio

che tocca terra

ma volerà altrove.

Un imbroglio.

Che amiamo

di una illusione

umana.


***


In me


E' rimasto un sorriso.

Quel segno

appena accennato

dove i ricordi

sembrano essere d'argento.

Su di un viso,

che scende ormai,

ma fiero

ha stampato il sereno.

Su quel corpo,

di carne e tempra,

non serve un abito

a cercare la bellezza.

Abita in me.

Tra pieghe e cicatrici

con volontà e sicurezza

lasciando intatta

la curva del poi.


***


Parole


....non ho aperto l'ombrello

e mi sono cadute

addosso parole.

Mi hanno lasciato

piaghe

ma anche coperto

cicatrici.

Il mio corpo spostavo

ma violentemente

scendevano

alimentando

colpe irrisolte.

....troverò riparo

tra virgole e due punti

immaginando mani

pronte ad accogliermi

ancora

tra sospiri sospesi

con sorrisi impressi.