ELISABETTA ROBBIANO

CONTEST POETICO "PENNINO D'ORO 2021"

Elisabetta Robbiano, nata il 31 gennaio 1967, vive a Milano.


Da circa cinque anni scrive racconti e favole per bambini, e poesie.

Elisabetta è un'educatrice ed ha lavorato per piu di vent'anni con ragazzi disabili e bambini molto piccoli (di 0/3 anni). Attualmente lavora nella segreteria di una scuola dell'infanzia e nel tempo libero coltiva l'attività che più le piace: la scrittura.


"Attraverso la parola scritta animo emozioni e sentimenti. Per me è anche una forma di auto cura, infatti molto di ciò che scrivo ha radici autobiografiche o scaturisce da lampi, sensazioni improvvise che evocano parole per le mie poesie", dice parlando della sua esperienza letteraria.


Un bacio nella pioggia


Un bacio nella pioggia, sa del dolce

delle sue gocce, il salato delle lacrime

che rigano le guance, l’agro delle

salive che si mischiano tra loro.

La pioggia scioglie e mescola

tutto, acqua sui volti, bagna i

corpi abbracciati, trasfigura i

visi.

È un istante magico unico

irripetibile che sconvolge,

disorienta, porta lontano, in

un mondo sognato e

sognante che vive in

quell'istante.


***


Mare d’inverno


Seduta sulla rena guardo questo

mare maestoso ondeggiante

calmo mare è bello il mare

d’inverno

è una massa d’acqua che si muove lenta e

pesante del colore del piombo sotto un cielo

in cui danzano nuvole

mare d’inverno, mi fai sognare

mi fai precipitare sei caldo,

avvolgente, attrai e respingi io ti

guardo e sogno mi piaci e mi fai

paura, sei immenso senza confini

una massa informe che

ondeggiando sbanda e incombe

mare, meraviglioso mare

portami a navigare, portami

lontano prendimi nella tua

grande mano e trasportami

piano.


***


Prima e vera, primavera


Libera fiori e colori, falli volare nell’aria.

Libera pace e silenzi, grida di gioia!

Libera amore, amicizia, solidali cuori.

Libera musica e canti, colorati di gioia infinita.

Libera lacrime al vento che diventino rugiada su foglie.

Libera sogni, speranze, passioni, energie.

Libera il tempo che ritorna in questo splendore di natura rinata

Viva primavera, la prima e vera!