MARGHERITA ZOCCO

CONTEST POETICO "PENNINO D'ORO 2021"

Margherita Zocco, nasce a Venezia, città colma d'arte, e scrive da sempre per passione e diletto. Ha iniziato tanti anni fa con filastrocche e fiabe, con le quali allietava i fratelli più piccoli, e poi ha continuato a farlo con le figlie e i nipoti. Ha un cassetto colmo di racconti e di romanzi iniziati e lasciati a metà, che forse un giorno riuscirà a terminare. La poesia l'ha scoperta più tardi, attraverso la collaborazione con molti blog e con un siti che si occupa di attività culturali.

Non ha mai sentito la necessità di provare a pubblicare i suoi scritti e questa volta ha sentito la necessità di mettersi in gioco, proprio con il nostro Contest Poetico.


Rampicante


Così m'aggrappo

ad ogni istante, in ascolto

di scorrimento andante, scroscia

in caduta libera il tempo


Le mie mani si fanno traccia d'oltre

afferrano carezze in sguardi

collegano cuori e sangue


Dissolvo dalla costanza i sogni

non m'aspetto altro

d'un nuovo respiro, maschio,

a tessere ancora fiabe e nenie


S'espandono le radici

- Cresceranno al cielo -


***


Rotolando


Temo di volgere gli occhi

alla discesa, nella vertigine

che preme


tengo basso lo sguardo

sulle punte, saggiando

l'argine


Esiste il punto, l'oltre

dove l'equilibrio cede

all'onda che prende


non sarà volo

ma un roteare ardito


- colpo su colpo -


***


Nere di cioccolata, divine


Parole come pietanza

tastarle a punta di lingua

lasciarle scivolare su labbra

addentarne gli orli, piano

a piccoli morsi

ascoltarne il senso

soffiandole tra i denti

gustandole masticando

triturate e torturate

sputarle fuori a violenza

digerirle amare

inghiottendole a forza

vomitarle se necessario

o assaporarle

se composte da voli

di architetture instabili

vestite di grazia


nere di cioccolata, divine