MARZIA PERICOLI

CONTEST POETICO "PENNINO D'ORO 2021"

Marzia Pericoli, nata a Jesi nel 1985.

Scrive da sempre, è un modo per esprimersi ed una passione. Amante dell’arte e della filosofia, mamma e hobbysta (arti tessili tra cui “macramè”)

UN ABBRACCIO DI SETA

Ovunque io vada

il tuo sorriso

mi sbarra la strada.

Provo a fuggire mentre ardo confusa,

ma incontro allora la tua mano nuda.

Intrecciata alle dita

resto come sospesa.

Ancora non mi hai vinta.

Un passo indietro,

poi,

solo uno ...

Precipito sul tuo petto immenso

su cui riposano sterminati tramonti

paesaggi infiniti e infiniti racconti.

All'improvviso

sei tutto attorno ed io

farfalla indifesa

schiudero'le mie ali

in un abbraccio di seta.

***

ANIMA SCALZA

La mia bocca è un passaggio per l’anima,

un'anima scalza

seduta alle pendici del mondo.

Gli spiriti si agitano,

come venti la scuotono.

Oh, caro, minaccioso Libeccio

I tuoi fischi tra le case sono i singulti di un’umanità ferita,

tutta.

Mi chiamano “Llorona”,

vago sulla terra selvaggia,

su cui lo straniero con le mani sudicie

non può posare il piede.

***

INCONTRO

Chi sono io?

ma,

soprattutto,

Chi sei tu?

Un vecchio saggio o un vecchio mostro?

Mi accarezzi la guancia infantile,

vampiro

bevi le mie lacrime;

nascoste ed appuntite come denti,

le tue lacrime sono stalattiti:

le sento sciogliersi al passaggio della mia lingua.

Si deve soffrire per amarsi.