MONIA MORONI

CONTEST POETICO "PENNINO D'ORO 2021"


Monia Moroni nasce il 19 marzo 1973 in Ancona e, dal 2008 vive in Piemonte, nella provincia di Asti, esattamente nel comune di Viarigi. Attualmente si definisce decisamente una poetessa ermetica.



"Scrivo/ per sentirmi viva,/ per quell’estasi in cui la mente/ intende/ come il suo orecchio/ e il cuore si ferma/ di battere/ all’ascolto"



La sua massima è: “Ognuno ha facoltà d’accudire la propria follia come vuole, così lo scrivere mi elargisce sollievo, assenza di gravità”.


Manoscritti:

Operette in Marca - Versi d’una guardiana dell’armadio di scarpe, pubblicato a Dicembre 2020 con la Theta Edizioni

Svola balena! - Poesie allo stato gassoso, pubblicato ad Aprile 2021 con la Cicorivolta Edizioni

Tutta mi rese piuma,

sul mar crudo

e docile al vento

pallida, al latte

fra le nubi della fonderia,

poi dissero una bambola

laggiù, al passo


accorta alle mura,

e carica com’un fucile

fu l’ultimo asterisco.


***


Chiamatemi chiaroscuri

gonfii vivi alle navi di passaggio

strappati veloci a trascorrere

sugli schianti perenni

dalle rive ai cavalloni.

Un dolce meriggio

che rinneghi cadenti foglie

com’un gatto in preghiera

lacrimato e rossiccio

fra gronde di petrolio.

Infusi d’afflizioni e baleni

a purificare, sulle strade

che portano a casa

come il bene e come il male

in seno all’onestà del bastone.

China, non so mai

prendo posto piano

e chiudo il corteo delle parole.


***


Con le dita verniciavo

i chiarori del faro

che colpivano in fronte

orpelli navigatori.

Il treno fischiava

sotto il mio orto

fra il noce decapitato,

e non faceva rumore.

Fuga inconsolabile

dalle rotaie

a scogli qualsiasi,

fra una strada e l’altra.