MONIA PIN

Poesie inedite


Monia Pin da sempre appassionata alla poesia, ha pubblicato tre raccolte negli ultimi cinque anni.

A dicembre del 2015 è uscito il suo primo libro dal titolo “Quando vedrai l’aurora”; a marzo 2017 ha pubblicato la raccolta “Armoniosi silenzi” e a Luglio 2019 il libro

“Gocce d’infinito” (Publimedia Editore).


Collabora con un giornale mensile del Triveneto, “Il Piave” sul quale pubblica regolarmente le sue opere. Ha collaborato anche con la rivista internazionale “Le Muse” e ha lavorato all’editing di alcuni libri con una casa editrice. Ha partecipato ad alcuni Premi Letterari nazionali ed internazionali ricevendo segnalazioni e premi.


Ha avuto una citazione di merito al concorso “Citta’ di Conegliano” nel 2016, al concorso “Tu sei in me” nel 2017 in cui una sua poesia è stata selezionata per una lettura dal vivo.

Ha avuto una citazione al concorso “Villotte Poesia in Cammino nel 2018”.

Il 4 agosto 2018 arriva quarta ex equo al premio letterario “Campodipietra per la poesia”, mentre nel corrente mese di novembre si classifica terza al Concorso Nazionale di poesia “Città di Conegliano”

Il 13 Aprile 2019 mi sono classificata terza al Concorso Nazionale “Al mattin del ver si sogna”ad Arpino (FR).

A Maggio del 2019 ho avuto un Premio Speciale della Giuria al Concorso “Le Occasioni” a Sanremo (IM).

 

Tra me e te

Resti tra me e te

ciò che la notte

ha riservato ai nostri cuori,

desideri come stelle

hanno fatto di parole costellazioni

riflettendo l’universo

dentro ai nostri occhi estasiati.

Resti tra noi

ogni segreto passato

attraverso i nostri baci

resti nei nostri silenzi

l’intensità del nostro stringerci

in un infinito scambio di eternità

e rimanga tra noi il profumo

di quell’aura di mistero

che ha avvolto i nostri corpi

rendendo ogni respiro

l’atto quasi sacro

che ci ha fatto divenire di due uno

sotto il segno dell’Amore.

Ora io e te conosciamo

parte dell’ignoto

non abbiamo più orizzonti,

troppo lontano il nostro sguardo

perché noi ora sentiamo.

Ed il nostro sentire è vita

è l’essenza che muove ogni cosa

e ritma i palpiti

quando ci sfioriamo

e scuote le nostre anime

fino ad accendere quel fuoco

che le illumina nel profondo

e le porta vero quell’immensità

che è il nostro destino.

Vedi

noi eravamo esuli

e l’amore ci ha salvati,

ora possiamo dire

di essere tornati a casa.


***


Sia fatta preghiera

Sia fatta preghiera

di questa rosa

che accosto al cuore,

sia come un versetto

del cielo

lasciato

da timide albe

sfociate in audaci pomeriggi.

Divenga preghiera

il dolce profumo

che conquista l'anima,

siano salmi di pace e giustizia

i petali offerti al sole,

la sua grazia preluda

all'oasi perduta del paradiso

che ognuno

trova riflesso in sé

nelle profondità dello spirito.

Fiorisci mia umile preghiera,

tu che conservi

nel centro

quella corolla di sole e segreti,

Tu mistero d'amore,

solenne creatura

che sfiori i giorni e le notti

ed entrambi confondi

nella tua divina forma,

perfetta coppa d'amore.