SARA GUIDA

CONTEST POETICO "PENNINO D'ORO 2021"


SARA GUIDA è nata a Gaeta e vive a Formia. È studentessa Universitaria di Scienze dell’Educazione e Formazione presso l’Università degli Studi di Cassino e Del Lazio Meridionale.

Partecipazione e vincitrice di numerosi concorsi letterari nazionali e internazionali tra cui:

· Vincitrice del 3°premio con titolo di Eccellenza al concorso letterario internazionale “Verba Volant, Scripta Manent” 2021,

· partecipa al 16° concorso internazionale di poesia inedita “Giornata Mondiale della poesia” con menzione di merito dalla giuria di Giuseppe Aletti e Salvatore Quasimodo 2021

· al 12 °concorso internazionale “Parole in fuga” con menzione di merito dalla giuria formata da Hafez Haidar e Giuseppe Aletti 2021,

· Menzione di merito nella 2 °edizione concorso di poesia “La panchina dei versi” 2021

· vincitrice nelle selezioni speciali del concorso anno 2021 “4° premio internazionale di Poesia inedita le occasioni”

. Finalista al concorso europeo Premio Wilde poesia a tema libero 2021

. Poesia “A te fratello” inserita nell’antologia di Alcova Letteraria come poesie contemporanee “ I Giovanissimi” poetesse e poeti Under 21.

.Finalista al concorso internazionale “Il Federiciano XIII” di Aletti Editore 2021

.Autore selezionato al concorso internazionale “ Tra un fiore colto e l’altro donato- Poesie d’Amore” 2021 di Aletti Editore

· Molte opere vincitrici sono pubblicate in diverse antologie.

.Autrice di due libri poetici dal titolo “Chimere” e “Il volo dell’anima”

A TE, FRATELLO

Fratello,

sei per me

la luce azzurra

che splende nitidamente.

Ti mostri come

un alleato valido,

con cui dividere

risi e pianti.

Le nostre vicine strade

si son divise per l’età,

tuttavia,

il nobile affetto,

che ci ha unito da sempre,

non pare così distante.

A te, fratello,

ti dedico questa intima,

ma solenne poesia

che, come la bianca luce

viaggia a mille miglia,

tanto il mio forte cuore

batterà unitamente con il tuo,

ricordando all’intero mondo

che eravamo e che siamo tutt’ora:

fratelli.


***


Padre

A mio padre

Vanno queste parole

Ricche di significato intenso

Qui, tu sei il più giovane

Nonostante il duro lavoro che devi costantemente sopportare

Per i tuoi figli,

Per la tua famiglia,

Per il tuo essere solamente un uomo.

Ti preoccupi per noi

Per il nostro futuro

Che spesso è frainteso

Nella complicità del tempo e di un attimo.

Vicino a te

Sono poco più alta

E in silenzio

Sussurri parole

Indescrivibili,

Sicure,

Calme.

Sei quella luce

Che in tempi bui

Ci rassicura

E ci protegge, sempre.


***


Una poesia ti dedico, mamma

Una poesia ti dedico, mamma.

Dietro a un caminetto

la tua espressione

attentamente mi scruta

pensando e riflettendo

sul tempo che è trascorso,

da quando ero un pargolo

e forte mi stringevi al petto,

ad oggi

che sono cresciuta

e più simile a te

sono diventata.

Tu che ovunque mi hai sostenuto,

per me sei

una fantastica amica

con cui condividere

ogni mio

più leggero pensiero e attimo.

Tra le tue braccia

io mi sento protetta

come una barca

nel suo piccolo porto sicuro

e con la tua

naturalezza e semplicità

so, che mi aiuterai e ascolterai

tutte le volte che ne avrò bisogno,

ad ogni ora

per tutta la vita.